giovedì

Le manipolazioni e il controllo di Rupert Murdoch (ITA) Parte 1

Un esempio concreto di come i “magnati” dei mass media vengono incaricati di creare false realtà e di manipolare l’opinione pubblica. Succede ormai in tutti i paesi del mondo, con tutto quello che ne deriva.
Chi domina conosce il peso di chi è in grado di uscire dalla manipolazione, per questo fa in modo che ci siano pochissime persone capaci di farlo, utilizzando massicci condizionamenti.
Questo video può essere utile per capire i metodi di controllo delle menti.

7 commenti:

Andrea C ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=dBOLg9jhSZE

I media del Grasso banchiere.

Alberto ha detto...

Impressionante, il nostro monopolista in confronto è veramente un nano. Il video però appare fin troppo esagerato quando afferma che i suoi prodotti raggiungono 4,7 miliardi di persone, i 3/4 della popolazione mondiale. Non è verosimile.
In ogni caso questa questione della manipolazione mediatica è molto più grave di quanto si dica e si pensi comunemente, e si evidenzia la stretta analogia con la questione monetaria e la concentrazione assolutamente anomala dei capitali, per le proporzioni che ha assunto il fenomeno, per la voluta mancanza di trasparenza, per l'ipocrisia e il livello di falsità che comporta, per il male che produce e che nasconde, per la corruzzione indotta a tutti i livelli, per la libertà negata agli utenti, oltre naturalmente alle relazioni dirette tra i due ordini di fenomeni di massa, che si sostengono vicendevolmente. Poichè ognuno di noi è ciò che pensa, il sistematico condizionamento del pensiero ci cambia profondamente, non solo come individui ma come popolazione, così che democrazia e libertà prendono strade separate e divergenti, al contrario di quanto vorremmo ancora credere e sperare.
Non mi è piaciuto invece il video proposto da Andrea, per lo stile. Su queste cose a mio avviso ci vorrebbe la pacata chiarezza di Antonella, che fa molto opinione, ma fondata sulla consapevolezza critica di singoli fatti documentati.
Occorre consolidare serenamente ciò che sappiamo, che pensiamo, che siamo.
Alberto

Claudio ha detto...

Ma...Questo documentario è andato in onda su Sky?

Claudio ha detto...

Ma...questo documentario è andato in onda su Sky??? Non è sua anche quella?

Antonella Randazzo ha detto...

Probabilmente non è andato in onda soltanto su Sky, comunque più volte mi è capitato di dire che non sempre gli stegocrati nascondono le loro malefatte, a volte, purtroppo, le utilizzano come metodo per indurre alla rassegnazione o per alimentare il senso di impotenza.
Il discorso però è molto lungo e complesso, e attualmente lo sto approfondendo in un mio lavoro.
Ho sempre detto che non è facile uscire dai loro inganni, ma è possibile (soltanto previo impegno non irrisorio).

Arthur ha detto...

Bella roba. Ma vi sembrava poi normale che tutti i telegiornali delle reti italiane fossero l'uno la fotocpoia dell'altro? Neanche uno che si prendesse la briga di mandare un servizio differente a parte quelli in chiusura come Fiorello che doppia il gatto Garfield...
ed ancor peggio quasi nessun telespettatore smise di guardare la televisione.

Mah...

Fabio ha detto...

Antonella Randazzo dice:

"Probabilmente non è andato in onda soltanto su Sky, comunque più volte mi è capitato di dire che non sempre gli stegocrati nascondono le loro malefatte, a volte, purtroppo, le utilizzano come metodo per indurre alla rassegnazione o per alimentare il senso di impotenza.
Il discorso però è molto lungo e complesso, e attualmente lo sto approfondendo in un mio lavoro."

Questo é un punto secondo me fondamentale.

A mio parere quando si parla con
la gente e si fa notare che
c'é qualcosa che non funziona nel
mondo in qui viviamo,
si ha dall'altra parte un
atteggiamento come per dire:
"queste cose le so pure io, le sanno tutti"
Il punto é che forse stai parlando
con una persona che crede di
vivere nel miglior mondo possibile
e prende ciò che passa per
televisione come oro colato, accettando il sistema completamente.
Poi ti dice che "quelle cose" che tu fai notare, lui
sembra conoscerle meglio di te.

Quindi cosa dovrei fare,credere
di vivere nel migliore dei mondi
possibili pure io ritendomi più
furbo degli altri perché sa certe cose ed accettare poi in toto il sistema. In definitiva. E' da stupidi!

Ormai il sistema di illusione
é diventato una bambola russa.
Quelle descritte sopra sono le prime due, poi viene la terza, di
chi comincia a far notare di come
la condanna al sistema sembra
essere funzionale al sistema.

Sono contento si stia facendo un lavoro di approfondimento su questa tematica perché abbiamo a che fare con gente
che la sa lunga su come manipolare
la mente.
E più strumenti di difesa ci sono
meglio é. Grazie.